Il Prof. Luciano Vasapollo nominato membro d'onore del Centro Studi del Ministero della Pianificazione ed Economia
 
Gioia Minuti sul GRANMA, marzo 2oo9
Incontro con Ministro della Cultura Abel Prieto


 
“Non esistono un capitalismo produttivo buono e uno finanziario cattivo: il  modo di produzione capitalista è uno solo e la sua legge fondamentale continua ad essere la creazione e l’appropriazione del plusvalore”, ha dichiarato l’economista italiano Luciano Vasapollo, nella Sala 3 del Palazzo delle Convenzioni,durante l’XI Incontro di Economisti su Globalizzazione e Sviluppo. “Le misure per uscire dalla crisi vanno sempre contro i lavoratori, prima e dopo lo scatenarsi e l’apparire drammatico delle crisi stesse. Gli Stati Uniti hanno terminato la loro funzione di locomotore dell’economia mondiale e questa crisi  ha molte facce: oltre a quella economica e finanziaria, è alimentare, ambientale, energetica, di diritto, di cultura e di etica,di civiltà”, ha aggiunto questo professore marxista di Economia Applicata, amico di Cuba, che insegna nell’Università La Sapienza di Roma, svolge molteplici attività molto impegnative ed è Professore Invitato delle Università  cubane di Pinar del Río e dell’Havana. È responsabile scientifico degli accordi bilaterali  della Sapienza con università cubane che durano  già da cinque anni, con scambi culturali, lezioni, seminari e conferenze, che sono stati rinnovati. Due professori cubani sono stati invitati ogni anno all’università Sapienza di Roma in questa cornice  per portare avanti  linee di ricerca che sono pubblicare in libri e quaderni del Dipartimento,  dell’Università e in alcune riviste. Quest’anno sono stati firmati nuovi accordi, con l’obiettivo di sviluppare relazioni culturali sempre più forti  che riguardano gli interessi sociali, economici ed ambientali, inoltre Luciano Vasapollo ha portato una donazione al Rettore dell’Università cubana come aiuto, dopo il disastro provocato dagli uragani l’anno scorso.  “Io credo nell’utilità di questi scambi tra culture diverse, che hanno  a cuore quello che è il miglioramento delle condizioni sociali e ambientali nel mondo, anche attraverso la cultura e l’economia” ha detto.  Proprio durante questa ultima sua visita è stato nominato Membro d’onore del Comitato Scientifico del Centro Studi del Ministero dell’Economia e della Pianificazione e ha dichiarato a proposito: “Svolgerò questo impegno con un alto senso di responsabilità apportando il mio modesto contributo  affinché Cuba e tutto il processo di integrazione latino-americana possa creare condizioni per una economia alternativa a forte compatibilità sociale e ambientale,rafforzando il socialismo.