Saluti scritti pervenuti alla III Assemblea Nazionale della Rete dei Comunisti

 

Partito Comunista di Cuba/ Comitato Centrale

L’Avana, 2 aprile 2011

 

 

Vi inviamo i nostri auguri di successo per la Conferenza Nazionale della Rete dei Comunisti, che tiene le sue sessioni in un difficile scenario per l’umanità, esposta alla guerra e alle politiche interventiste delle grandi potenze. In questo contesto, dobbiamo essere più uniti che mai contro la barbarie imperialista.

Il Partito Comunista di Cuba si adopera per continuare la stretta collaborazione avuta con la Rete dei Comunisti, basata sul rispetto reciproco e l’identificazione ideologica che ci unisce. Allo stesso tempo apprezza tutto il supporto fornitoci nelle questioni prioritarie per la Rivoluzione come la battaglia per la liberazione dei nostri Cinque Eroi, e la lotta contro il blocco.

Dipartimento di Relazioni Internazionali

Comitato Centrale.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tunisi 1 aprile 2011

 

 Cari compagne e compagni della Rete dei Comunisti,

 

nella continuazione del già  consolidato rapporto di fratellanza, amicizia e collaborazione con la vostra organizzazione, in occasione della vostra  assemblea nazionale siamo a rappresentarvi i nostri migliori auguri di buon lavoro e di riuscita nei risultati sperati utili anche a noi tutti. Nella circostanza ribadiamo che ci troviamo al vostro fianco nel condannare fortemente l'intervento di guerra del vostro governo e degli altri paesi imperialisti nei confronti del popolo libico, nonché del comportamento disumano e razzista nei confronti dei profughi e migranti.

 

     Fraterni saluti,

 

           Partito Comunista Tunisino dei Lavoratori

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Tunisi 1 aprile 2011

 

Partito Comunista del Venezuela

A nome del Comitato Centrale del PCV esprimiamo la nostra gioia per la Terza Assemblea della Rete dei Comunisti, baluardo nella lotta passata e futura per i diritti della classe operaia italiana e per il socialismo.

            Il PCV sta costruendo in Venezuela il Fronte Antiimperialista contro le ambizioni e aggressioni degli imperialismi americano ed europeo, e vede nella Rete dei Comunisti un valido alleato a livello europeo ed internazionale. Auguriamo ai compagni della Rete dei Comunisti una fruttuosa discussione su temi importanti come “La forma del partito dei comunisti nel XXI secolo, la riunificazione dei comunisti, la rappresentanza politica del nostro blocco sociale, il conflitto organizzato (che) sono temi centrali per definire in teoria e in pratica il ruolo dei comunisti di oggi, nel corso di un conflitto tra i più duri che il  movimento operaio ha affrontato da più di un secolo”, le conclusioni dei quali il PCV aspetta con grande interesse.

Gli esiti della sua lotta per rafforzare l’organizzazione marxista-leninista della quale il popolo lavoratore italiano ha bisogno per liberarsi dal giogo capitalista e costruire un paese socialista in pace, democrazia popolare e giustizia sociale.

Viva la amicizia di lotta tra la Rete dei Comunisti e il PCV!

Viva il Fronte Antiimperialista Internazionale!

Viva il socialismo!

Per il CC del PCV

Oscar Figuera – Segretario Generale

Carolus Wimmer – Responsabile Internazionale

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Partito Comunista di Bolivia

Stimati compagni,

Apprendiamo che state per tenere la vostra Terza assemblea Nazionale e vi inviamo un cordiale saluto augurandovi un completo successo del vostro incontro a nome dei comunisti boliviani, immersi nel processo di cambiamento strutturale e costruzione dello Stato Plurinazionale nel nostro paese.

In un momento nel quale si riattivano le forze e l’influenza dei comunisti nel mondo, come testimoniato da diversi incontri, e in particolare la resistenza al capitalismo in crisi e al colonialismo aggressore, auspichiamo che la vostra Assemblea sia un momento in più nella ricerca dell’unità di tutti i comunisti italiani.

Per questo rinnoviamo i nostri fraterni saluti.

Per la Commissione Politica del PCB

Ignacio Mendoza                               Marcos Domich

Primo segretario                                 responsabile rapporti internazionali

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Movimento PAIS Ecuador

Riobamba, 30 Marzo 2011.

 

Rete dei Comunisti in Italia.

Roma.

 

Come rappresentante del Movimento PAIS “della rivoluzione cittadina dell’Ecuador” dirigente dell’azione politica della provincia di Chimborazo estendo un saluto fraterno e combattivo alla tua organizzazione riunita nell’Assemblea Nazionale della Rete dei Comunisti a Roma il 2 e 3 aprile del corrente anno.

L’occasione ci è propizia per unirci a voi simbolicamente, nonostante le distanze, e per consolidare una rappresentanza politica, in un momento come quello che vivono i nostri fratelli in Libia e in Medio Oriente, un momento di oppressione imperialista.

Che questa Assemblea Nazionale costituisca la ribellione degli attivisti politici organizzati per il miglioramento delle condizioni sociali del secolo XXI.

 

Un abbraccio rivoluzionario.

 

Ing. Geoconda Galán Castelo

ACCION POLITICA MOVIMIENTO PAIS “ ECUADOR “

EX AMBASCIATRICE DELl’ ECUADOR IN ITALIA.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La segreteria nazionale del  Pôle de Renaissance Communiste en France-PRCF.

Cari compagni, dopo solo due decenni dalla controrivoluzione, che ha temporaneamente egemonizzato il mondo, la società capitalista si trova di fronte a una crisi strutturale esplosiva. I momenti di ripresa di questa crisi diventano sempre più brevi e illusori. Con i suoi effetti distruttivi in ​​campo economico, ecologico, militare, politico, sociale, culturale e morale, questa crisi sistemica ripropone direttamente all’ordine del giorno la questione posta da Rosa Luxemburg nel corso della prima guerra mondiale imperialista “Socialismo o barbarie?” . Il sistema è talmente degenerato che se l’umanità non si sbarazza del capitalismo nel 21 ° secolo, questo sistema, che ha da tempo raggiunto la fase imperialista,  condurrà alla rovina del genere umano, e forse anche alla sua estinsione. Ecco perché, contro tutti i tentativi di promuovere un pretestuoso“capitalismo dal volto umano”, il Polo di Rinascita Comunnista in Francia ribadisce che lo sterminio è lo stadio supremo dell’imperialismo. Spingendo al massimo la sua logica letale di “reazione a tutto campo” (Lenin), il capitalismo “moderno” rende sempre più falsa l’affermazione dei socialdemocratici di “inventare una terza via”  riformista tra capitalismo “ultra –liberal”e rivoluzione sociale. Sfruttando come non mai il proletariato mondiale, demolendo gli stati nazionali e multinazionali costruiti dai popoli nel corso della storia, devastando l’ambiente in nome del massimo profitto, travisando la scienza e la cultura, distruggendo la diversità culturale in nome di un pensiero, una lingua,  una politica e un’economia unici, la barbarie capitalista “moderna” dà un significato universale al motto della fiera Rivoluzione cubana: “Patria o morte, socialismo o morte!”

Di fronte alla globalizzazione della corsa al profitto con i suoi immensi danni umani, o l’umanità ritrova la via rivoluzionaria dell’emancipazione nazionale e della rivoluzione proletaria avviata dalla Comune di Parigi e dalla Rivoluzione d’Ottobre del 1917, o gli sforzi di innumerevoli generazioni per costruire una vita degna dell’uomo saranno annientati dalla guerra imperialista, dalla banalizzazione della rivoluzione tecnologica e/o dalla distruzione delle risorse naturali: lo stato dei luoghi disastrati del nostro pianeta malato di capitalismo, dà oggi la misura delle responsabilità storiche che ricadono sui militanti realmente comunisti, sui veri sindacalisti e sui sinceri progressisti del nostro tempo. Perché possa svilupparsi un movimento di rinascita rivoluzionaria nei nostri paesi, è urgente ricostruire un vero partito comunista. Infatti, quando la classe operaia aveva un vero Partito marxista-leninista, patriottico e internazionalista, che lottava per il socialismo e la democrazia, il capitale e la reazione erano tenuti a bada. I nostri popoli erano all’offensiva e hanno ottenuto importanti conquiste, poiché avevano un partito politico che li metteva in condizione di resistere all’assalto del capitale e di preparare la controffensiva.

 

A nome del Polo di Rinascita Comunista in Francia salutiamo la Terza Conferenza Nazionale della Rete dei comunisti i cui temi principali si legano completamente alle nostre preoccupazioni.

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Partito Comunista Popoli Spagna

Cari compagni della Rete dei Comunisti,

il PCPE  invia un forte abbraccio comunista a tutti i partecipanti alla Terza Assemblea Nazionale. Ci rincresce di non poter assistere, ma vi inviamo un saluto e auguriamo un pieno successo.

Il sistema capitalista sta soffrendo una crisi strutturale ed è oggi più necessario che mai il dibattito con le categorie marxiste-leniniste e la necessità della lotta dei comunisti. In questo senso l’analisi delle cause della crisi sistemica del capitalismo è fondamentale per poter avanzare nelle lotte dei comunisti. Solo con l’analisi scientifica e le conseguenti proposte rivoluzionarie sarà possibile costruire il socialismo.

L’attuale congiuntura dimostra che le analisi marxiste avevano ragione ad affermare il carattere di decadenza del capitalismo nella sua fase imperialista e la sua tendenza alla guerra. Storicamente il capitalismo ha superato le sue crisi con la guerra. La recente aggressione alla Libia e le minacce alla Siria vanno collocate nel segno della crisi capitalista e la necessità della guerra per uscirne. Un’altra faccia di tale crisi è la crisi energetica espressa nel corrente rischio di contaminazione nucleare. Il capitalismo sa che senza energia nucleare è molto difficile mantenere gli attuali livelli di consumo, e per questo la difende a tutti i costi.

Noi comunisti dobbiamo cercare di fare in modo che questa crisi sia l’ultima e cominciare a forgiare il cammino verso il socialismo. Dobbiamo mostrare alla classe operaia del mondo che solo il socialismo è una alternativa a favore dei suoi interessi e a beneficio della maggioranza sociale. Il PCPE auspica la lotta e il coordinamento dle movimento comunista internazionale per avanzare su questa via. Unendo esperienze, lotte e posizioni comuni, avanzando concretamente, noi Partiti Comunisti riusciremo a presentare l’alternativa materiale a questo sistema: il Socialismo.

La Rete dei Comunisti, come organizzazione politica dedicata alla ricostruzione del movimento comunista rivoluzionario in Italia si assume questo compito, e noi del PCPE riteniamo un fatto positivo e di speranza che sia così. Il PCPE conosce la difficoltà di dirigere la costruzione di un progetto rivoluzionario. Per questo vogliamo inviarvi tutta la nostra forza nei vostri dibattiti e nelle vostre lotte, e incitarvi a continuare su questa strada.

Viva la Rete dei Comunisti!

Avanti o popolo comunista!

Astòr Garcia- responsabile Internazionale del PCPE

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Partido Comunista Danés

 

Vogliamo augurare buon esito alla vostra III Assemblea Nazionale della Rete dei Comunisti che affronta tematiche , discussioni e decisioni molto importanti sia per la vostra organizzazione sia per tutto il movimento comunista nel vostro paese.

Vogliamo ancora una volta confermare il nostro desiderio di mantenere e sviluppare le buone relazioni che esistono tra le nostre due organizzazioni e auguriamo una buona riuscita al vostro lavoro rivoluzionario in un momento in cui i nostri paesi  imperialisti  stanno attraversando non solo una crisi strutturale dalla quale non si può sfuggire ma anche una guerra di aggressione permanente.

Saluti fraterni

Sven Tarp

Secretario Internacional

Partido Comunista Danés

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Partito Comunista Siriano

Cari compagni

 

Il Partito Comunista Siriano porge i più sinceri e fraterni saluti alla Rete dei Comunisti e formula i migliori auguri di successo per le vostre  attività.

Il Partito Comunista Siriano da molta importanza alle relazioni internazionali  tra comunisti    contro l'imperialismo internazionale,  per la vittoria del socialismo e  per l’obiettivo  finale  del comunismo .

I comunisti siriani insieme a tutto il popolo siriano sta lottando contro gli aggressivi  disegni espansionisti dell’imperialismo e del sionismo, in special modo  il progetto del Nuovo Grande Medio Oriente, progetto principalmente contrastato  dalla fermezza patriottica della Siria .

Ancora una volta vi auguriamo tutto il successo e rinnoviamo  il  rapporto fraterno con il Movimento Comunista Italiano

Fraterni saluti

Osama Al Maghout

 

Responsabile delle Relazioni Internazionali

del Comitato Centrale del Partito Comunista Siriano

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cari amici, a nome della Rete Messicana di Economia Politica salutiamo con entusiasmo la Rete dei Comunisti – Italia.

Ci congratuliamo con voi e vi auguriamo una fruttuosa riunione per poter continuare a lottare come ora per un  mondo migliore e per dare il vostro generoso appoggio alle lotte in tutto il mondo.

Vi inviamo un abbraccio solidale.

Alejandro Valle Baeza Red Mexicana de Economía Política

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Espaimarx

Cari compagni e amici della Rete dei Comunisti. Noi di Espaimarx abbiamo saputo che si svolgerà la vostra prossima Assemblea Nazionale il 2 e 3 aprile. Permetteteci d solidarizzare con voi in queste giornate per mezzo di questo messaggio. Vi auguriamo un fruttuoso lavoro politico. Ricevete il nostro fraterno saluto.

A nome Espaimarx

Joaquín Miras Albarrán

presidente di Espaimarx

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Ambasciata di Cuba in Italia

 Seguiremo con attenzione i lavori del vostro grande incontro. Vi ringraziamo per il vostro appoggio a Cuba nella lotta contro l’embargo e per la scarcerazione dei cinque compagni dell’antiterrorismo cubano ingiustamente detenuti nelle carceri degli Stati Uniti.

Marceremo uniti nella lotta per la pace mondiale e il disarmo nucleare, per un mondo più giusto e migliore.

Vi auguriamo successi e produttive discussioni.

Un abbraccio rivoluzionario dai compagni dell’ambasciata di Cuba.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Cari/e compagni/e della Rete dei Comunisti

Stiamo vivendo un momento cruciale di crisi profonda del sistema capitalista, che è precipitato nella sua forma più acutamente distruttiva, di cui è esempio un aumento incontrollabile di disoccupazione, un’espansione intensa di precarizzazione strutturale del lavoro su scala globale e una politica di guerra delle potenze imperialiste.

E’ quindi un momento fondamentale di riorganizzazione della sinistra sociale e politica di chiaro profilo anti-capitalista, come è una pratica della RETE DEI COMUNISTI in Italia.

Do la mia piena solidarietà e appoggio,  nella certezza che questo incontro unisce quello che c’è di più forte nella lotta vitale per il socialismo nel XXI Secolo.

Ricardo Antunes

Professore Università di Campinas,

Brasile

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Mando la mia solidarietà al congresso della Rete dei Comunisti. Più che mai è importante di fronte alla capitolazione di molti settori della sinistra che appoggiano gli pseudo-“ribelli”- agenti della CIA- in Libia.

James Petras

Prrfessore Emerito Università di New York

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Cari amici e amiche della Rete dei Comunisti,

voglio farvi giungere un saluto pieno di affetto e speranza per la realizzazione della Terza Assemblea della Rete dei Comunisti. Per noi, in America Latina, è fondamentale la presenza della Rete. Stiamo passando un momento molto speciale, in cui l’aggressività del capitalismo nordamericano e dei suoi alleati europei arriva a estremi sempre più preoccupanti. La resistenza dei popoli dell’America Latina, rafforzata ora dal risveglio del mondo arabo, trae forza dall’amicizia e dalla cooperazione con la Rete dei Comunisti nel quadro europeo. Confidiamo di poter insieme sconfiggere l’imperialismo e avanzare nell’emancipazione integrale dei nostri popoli.

Fraternamente.

Atilio A. Boron

Professore Università di Buenos Aires , Direttore del PLED

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

La Paz, 1.4.2011

Ai compagni della Rete dei Comunisti nella loro 3° Assemblea Nazionale

Cari compagni e compagne,

non potevate scegliere un titolo più appropriato per la vostra 3° Assemblea Nazionale: “Dalla crisi di civiltà capitalista una nuova opportunità per i comunisti”. Senza dubbio la storia ci sta dando la possibilità di ravvivare le nostre organizzazioni, la nostra attitudine alla lotta; ma, soprattutto di ravvivare la nostra attitudine alla riflessione e alla creazione di proposte per percorsi non solo per uscire dalla crisi capitalista così ben definita nella convocazione, ma anche per percorsi realmente alternativi al capitalismo.

Questa sfida può essere raccolta solo da forze contrarie al capitalismo, forze rivoluzionarie, come la vostra: la Rete dei Comunisti, e come deve essere un centro universitario, come quello nel quale lavoro, dove la riflessione sul che fare accademico non può che essere vincolata ai destini del suo popolo, del quale una università democratica, popolare ed emancipatoria è parte inerente.

E’ urgente svelare nuovi orizzonti storici, affrontare il compito di riinterpretazione della congiuntura globale e dalla attuale questione nazionale, con un ampio approccio ad un momento segnato da un cambiamento epocale con varie crisi, ma anche da sforzi importanti per vivere, pensare e sognare il futuro, che già sui stanno traducendo in pratiche ed esperienze per la fondazione di un mondo diverso fondato sull’umanesimo, la giustizia, l’uguaglianza e la fraternità, come sta ora avvenedo nel mio paese, la Bolivia, dal quale invio il mio saluto più solidale ed affettuoso.

Con le vostre riflessioni e le nostre ricerche, certamente saremo capaci di affrontare assieme la sfida di creare la forza che può convertire questa crisi in speranza e opportunità di costruire il mondo che sogniamo.

Auguro ottimi risultati nel vostro lavoro dell’Assemblea, e vi abbraccio con calore.

Yvonne Farah H.

Prof. di Scienze dello Sviluppo

Universidad Mayor de San Andrès, Dir. CIDES

La Paz, Bolivia

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Mi giunge notizia che il 2 e 3 Aprile del 2011 si terrà la 3° Assemblea Nazionale della Rete dei Comunisti.

Riteniamo molto importante questo appuntamento che si svolgerà in un contesto internazionale caratterizzato da una crisi economica mondiale e da un aumento della escalation dell’imperialismo americano nella aggressione militare alla Libia.

Auguriamo ottimi risultati alla Assemblea, e il rafforzamento dei comunisti italiani nella loro lotta sistematica contro il capitale.

UN SALUTO DA CUBA E I MIGLIORI RISULTATINEL LAVORO DELLA RETE DEI COMUNISTI ITALIANI

Ramon Sanchez Noda.

Professore, Direttore Dipartimento Marxismo e Leninismo, Ministero Educazione Superiore, Cuba

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

Saluti alla III Assemblea Nazionale della Rete dei Comunisti.

Essere comunisti, da quando è nato questo ideale, ha significato un gran sacrificio. Malgrado ciò questo ideale è sopravvissuto perché è molto legato alle aspirazioni di giustizia di tutta l’umanità. Essere comunista in Italia significa un forte impegno prima per la trasformazione della propria realtà, per l’Europa sociale, per evitare che le misure neoliberiste eliminino le conquiste raggiunte dai lavoratori nella loro lotta storica. Spetta ai comunisti tracciare nuove strategie per evitare che i costi della crisi attuale si scarichino sul lavoro, mentre si utilizzano fondi pubblici per salvare le banche e altre imprese finanziarie in fallimento o in pericolo di bancarotta. Cosa che svela la reale natura degli stati borghesi.

Pure la battaglia internazionale è forte. A causa di un insieme di circostanze, l’idea neoliberista è avanzato fortemente nella coscienza delle masse e la politica internazionale è controllata dai centri di potere mondiale. Questo permette di perpetrare, quasi senza trovare resistenza, aggressioni come quella che si sta realizzando attualmente contro il popolo libico. Oggi s tratta di combattere il capitale come un tutto unico.

Cuba resiste. Anche qui è forte la battaglia. Vi ringraziamo per il vostro appoggio e siamo certi che un mondo migliore è possibile se si lotta per questo. Auguri per la vostra conferenza, vi auguriamo risultati positivi.

Efrain Echevarria

Professore, Direttore Dipartimento Marxismo , Università Pinar del Rio, Cuba

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Voglio trasmettere ai compagni della Rete dei Comunisti,riuniti per il 3° convegno, i miei migliori auguri di Buon Lavoro,e.....

Hasta la Victoria Siempre !

Franco Forconi coordinatore regionale del Lazio della Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

A nome del Comitato Direttivo dell'Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba, riunito a Milano il 2-3 aprile 2001, invio un caloroso saluto a tutti i partecipanti al Congresso della Rete dei Comunisti, augurando un proficuo lavoro per il raggiungimento degli ideali che ci accomunano.

¡Hasta la victoria, siempre!

 

Sergio Marinoni

Presidente della Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba.

 

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

La Presidenza della Villetta aderisce all'incontro Nazionale della Rete dei Comunisti.
Vi auguriamo buon lavoro e un impegno di solidarietà che , come sempre, ha distinto la Rete dei Comunisti nella lotta contro l'imperialismo, la guerra e l'indipendenza dei popoli.  

Saluti fraterni. 

La Presidenza della Villetta